CORTI – LA TORRE      

simbolo file pdf


Accesso stradale

Da Milano prendere la statale per Lecco-Colico (ss36). Superare la galleria del M. Barro e quindi il ponte sull'Adda, uscendo alla seconda uscita che si incontra (indicazioni per Valsassina). Proseguire lungo la strada principale per la Valsassina fino a raggiungere Ballabio in corrispondenza di una rotonda all'uscita di una galleria. Alla rotonda svoltare alla seconda uscita prendendo la strada in salita per i Piani dei Resinelli. Con numerosi tornanti si raggiungono i Piani dei Resinelli dove si parcheggia in corrispondenza dell'ampio spiazzo al termine della salita.


Avvicinamento

Dal parcheggio dei Piani dei Resinelli, prendere la strada in salita sulla destra (viso a monte), superando il panificio-ristoro. Al bivio prendere la ripida strada sulla sinistra per il rifugio Porta. Poco prima che la strada termini, in corrispondenza di una curva verso destra, prendere il sentiero a sinistra. Superare un tratto alberato, quindi una piccola radura per poi rientrare nel bosco. Raggiungere un sentiero che sale da destra e continuare a sinistra in salita fino a un bivio.

Svoltare in piano verso sinistra e, al bivio successivo, prendere a destra (sentiero della Direttissima). La traccia inizia a salire in diagonale verso sinistra, superando il Canalone Caimi. Continuare sempre in salita, fino a raggiungere un tratto pianeggiante, al cui termine si risale una facile placca rocciosa (catena). Raggiungere un canale di sfasciumi e salire il Caminetto Pagani sfruttando la scala presente.

Superata la strozzatura in cima al Caminetto scendere con attenzione. Il sentiero supera un tratto esposto (cavo) e risale. Con un paio di ulteriori sali-scendi, si raggiunge la sella dove inizia il sentiero per il Fungo (cartello indicatore).

Scendere per ripida traccia abbandonando il sentiero principale quindi, seguendo sempre la traccia, spostarsi sulla sinistra (viso a valle) superando un piccola sella. Proseguire in discesa nella valletta successiva raggiungendo rapidamente un torrione sulla destra. Proseguire ancora in discesa raggiungendo lo spigolo che divide la parete est della Torre dalla nord, in corrispondenza dell’attacco della via (1:00h).


Materiale


Note tecniche


Periodo consigliato

Maggio-ottobre evitando le giornate più calde.


Relazione

La via inizia in corrispondenza della fine della traccia alla base dello spigolo tra le pareti est e nord, dove la traccia diventa pianeggiante (S0 su resinati, ben visibile il primo resinato al termine del primo muretto).


L1 Spostarsi leggermente a sinistra della sosta e risalire lungo il muretto fessurato. Raggiungere uno spiazzo erboso aggirando lo spigolo e quindi proseguire diritti lungo la parete est. Superare la paretina verticale compatta delimitata sulla destra da una fessura e al termine continuare sulla destra dove più facile (erba). Raggiungere la visibile sosta su comodo ripiano sulla sinistra (V).


L2 Spostarsi in diagonale verso sinistra sfruttando una fessura. Raggiungere la base di una specie di diedro canale e risalire per esso fino al termine raggiungendo la sosta su comoda cengia quasi in corrispondenza della cima della struttura (V).


La discesa si svolge lungo la via.

È però preferibile e consigliabile proseguire per una delle vie che costituiscono il giro del Fungo (Normale o Spigolo del Fungo e Accademici alla Lancia).


Note

Interessante e breve itinerario spesso sovraffollato e solitamente abbinato al giro del Fungo.